martedì 30 settembre 2014

Un grande inventore non di successo! La storia della Burns Typewriter Co.


BURNS 1890 - 1895 

The Burns Typewriter Co. Buffalo, New York US 

Frank Burns (1862 - 1937), l'inventore della macchina da scrivere Burns, e gli investitori di The Burns Typewriter Company erano sicuri che la loro macchina sarebbe stato un grande successo commerciale.
Questo è evidente dalla denominazione No.1 in previsione di modelli futuri. Sfortunatamente una Burns No.2 non fu mai prodotta.


La macchina da scrivere per la quale ci vollero diversi anni per svilupparla e brevettarla il 27 AGOSTO 1889 (brevetto no.409,914) fu poi
abbandonata.




La Burns Typewriter Company fu costituita nel 1890. Per il capitale necessario l'azienda offrì 1.000 azioni a $ 100 l'una ($ 100,000 totale).





Molto spesso la Burns viene confrontata con la Smith-Premier No.1

ed è stato teorizzato che il fallimento della Burns fù il risultato delle somiglianze tra le due macchine per scrivere. Entrambe le macchine erano upstrike non visibili con la tastiera doppia, pannelli decorati in stile Art Nouveau, sagome simili e un nastro largo in più che a zig-zag che andava avanti e indietro. La Burns impiegò un allineamento dei martelletti simile alla Yost ma con un foro rotondo (Yost sono quadrati).

E' opinione diffusa che le macchine da scrivere Burns furono prodotte tra il 1894-1895 e furono solo dei prototipi. La società invece iniziò a produrre altri prodotti ini metallo, comprese parti della macchina da scrivere per altri produttori fino a 1942.

Allora, cosa è successo alla Burns Typewriter Company? Da quello che ho raccolto sembra che l'azienda e il nome furono mantenuti da C. Lee Abell, producendo negli anni altri prodotti tra cui , una pistola ad aria compressa, una scatola di munizioni, un vaporizzatore, e nel1903 sviluppò anche un'automobile sperimentale con un motore a combustione a benzina.
grazie al contributo di Greg Fudacz

mercoledì 10 settembre 2014

Una barra spaziatrice alquanto bizzarra: Macchina per scrivere Hamilton Automatic

Automatic Typewriter Company, Brooklyn, NY
La macchina da scrivere Hamilton Automatic è stato prodotta a Brooklyn, New York, dal 1887 al1890. E' una macchina costruita principalmente in ottone con la qualità di uno raffinato strumento scientifico.

Questa macchina ha la spaziatura proporzionale, con il carrello che si sposta in avanti per i caratteri più ampi e indietro per i caratteri più piccoli. Questo è il motivo da cui deriva automatic.

Non vi è alcun tasto shift sulla Automatic, scrive solo a caratteri maiuscoli.

La barra spaziatrice è posizionata dietro li tasti, con la scritta AUTOMATIC impressa su di essa. Nessun'altra macchina da scrivere ha mai avuto la barra spaziatrice posizionata lì e per una buona ragione, visto che risulta alquanto difficile muovere le dita cosi in alto.

La Hamilton Automatic è stata prodotta solo per tre anni, prima che l'azienda, in questo breve lasso di tempo, accomulò un debito di 200.000 dollari. A quel punto gli investitori non vollero investire ulteriori soldi in questo affare. Probabilmente una buona decisione!

foto: The Martin Howard Collection

martedì 2 settembre 2014

Un bellissimo articolo su Olivetti

Cento anni fa nasceva la prima macchina da scrivere "italiana" 

La nascita dell’Olivetti è strettamente legata a Camillo (1868-1943), che già nel 1896 aveva fondato (e rapidamente portato al successo) inizialmente la “Ing. C. Olivetti” e successivamente la C.G.S. (il sistema internazionale di unità di misura adottato nel 1881). Infatti l’attività imprenditoriale messa in opera da Camillo era allora una fabbrica di strumenti di misura elettrici. Entrambe le iniziative imprenditoriali, quella iniziale del 1896 e la successiva del 1908, rappresentavano una assoluta novità per il nostro Paese e indicavano, come nota Carlo Lacaita, due precise linee programmatiche: la necessità per l’Italia di ... http://matematica.unibocconi.it