martedì 29 novembre 2011

Macchine per scrivere: ciclostile Edison

brevetto nr. 498149 - 23 maggio 1893
Si rende noto che io, Eugenio De Zuccato, produttore, suddito del Re d'Italia, e residente a Londra, Inghilterra, ho inventato un metodo nuovo utile al miglioramento di apparecchi per la fabbricazione di stencil, di cui..... e come al solito c'è lo zampino di un ITALIANO!!!
Copies in Seconds di David Owen

Nel 1874 un giovane italiano, studente in legge a Londra, chiamò la sua invenzione PAPYROGRAPH.

Il ciclostile, o duplicatore stencil (o anche mimeografo, raro in lingua italiana) è un sistema di stampa meccanico oramai obsoleto, utilizzato in passato per produrre stampe di bassa qualità in piccola tiratura a costi estremamente contenuti. La stampa a ciclostile lega il suo nome in modo indissolubile alla pratica delle fanzine sino agli anni ottanta, quando anche per queste edizioni fu sostituita dalla xerografia (fotocopia). Tuttavia, non richiedendo energia elettrica per il suo funzionamento, trova ancora applicazione nel cosiddetto terzo mondo.

Il ciclostile, o duplicatore stencil si basa fondamentalmente sullo stencil, il trasferimento del colore attraverso una maschera sagomata. La maschera è costituita da un foglio estremamente sottile (carta di riso) rivestito da uno strato di cera agganciato sul lato superiore ad una striscia di cartoncino. Il foglio incerato è protetto da un ulteriore foglio di carta velina, che deve essere rimosso prima di iniziare il processo di stampa.

L'impressione del profilo dei caratteri, ottenuta attraverso una macchina per scrivere meccanica o penna, distrugge lo strato di cera sottostante, rendendo permeabile la carta in quel punto.

Il foglio risultante, chiamato matrice, viene agganciato al tamburo della macchina di stampa, riempito di inchiostro denso (oleoso). Il meccanismo di rotazione del tamburo sincronizza il trascinamento dei fogli vuoti, sui quali si ha il trasferimento dell'inchiostro nelle sole parti prive di cera.

La bassa qualità di stampa è dovuta essenzialmente alla trama del foglio matrice, che si traduce in una grossolana puntinatura degli elementi in stampa. Influenza la qualità del risultato anche l'abilità nella battitura dei caratteri con la macchina per scrivere, poiché un'azione del martelletto particolarmente forte distrugge anche la cera nelle vicinanze, producendo un carattere sbiadito e privo di dettagli. Naturalmente il nastro inchiostratore della macchina da scrivere deve essere rimosso.

Il sistema può permettere, in una certa misura, stampe a colori: per ciascun colore deve essere preparata una matrice dedicata, ed il processo di stampa ripetuto riprocessando i fogli per ciascuno dei colori
Thomas Alva Edison ricevette il brevetto US 180.857 per la Autographic Printing l'8 agosto 1876e nel 1880 Edison ottenne un successivo brevetto, US 224.665: Method of Preparing Autographic Stencils for Printing.

Thomas Edison nacque a Milan nell'Ohio. Parzialmente sordo fin dall'adolescenza, divenne operatore del telegrafo nel 1860. Alcune delle sue invenzioni sono:
  • Fonografo
  • Cinetoscopio
  • Cinetofono
  • Dittafono
  • Macchina per stampare
  • Penna elettrica
  • Sedia elettrica
  • Tasimetro
Molte delle invenzioni di Edison erano miglioramenti di idee altrui. Miglioramenti ottenuti con un approccio diligente ed una visione industriale sviluppata in gruppi di lavoro.Il grande Nikola Tesla a proposito del metodo di Edison nella risoluzione dei problemi diceva: "se Edison deve cercare un ago in un pagliaio procede con la diligenza dell'ape nell'esaminare paglia per paglia fino a quando trova l'oggetto della sua ricerca. Ero testimone dispiaciuto di tale comportamento, sapendo che un po' di teoria e di calcoli avrebbero evitato il novanta per cento del suo lavoro". fonte: wikipedia
Mimeograph Edison


Ma  il vero inventore del Ciclostile Edison fù Albert Blake Dick nel 1884. L'AB Dick Co. di Chicago, acquistò i brevetti del sistema di copia Edison e nel 1887 iniziò la produzione e la commercializzazione dei sistemi Mimeograph Edison. Le prime pubblicità sui Mimeographs risalgono al 1888. I modelli venivano venduti in scatole di legno rettangolare. Le scatole conteneva un rullo di inchiostro, una lavagna di inchiostrazione, inchiostro, vernice e un pennello per le rettifiche, stencil di carta cerata, strisce assorbenti, una stilo di scrittura, e un piatto di scrittura con una superficie larga come il telaio di stampa. 

Typewriter Mimeograph Edison
 Fino alla fine degli anni 1880, gli stencil erano scritti a mano. I tipi di stencil che erano stati sviluppati non potevano essere preparati da macchine per scrivere.

Gli stencil per macchina da scrivere furono introdotti alla fine degli anni 1880. Nel 1894, la Società AB Dick commercializzato il Typewriter Mimeograph Edison
All'epoca veniva pubblicizzato che questi Mimeographs avrebbero potuto fare più di 3.000 copie da uno stencil scritto a mano e più di 1.500 copie da uno stencil preparato su una macchina per scrivere. AB Dick affermò di aver venduto oltre 80.000 Mimeographs Edison dal 1892 e oltre 200.000 nel 1899. Nel 1889, i Mimeographs furono venduti da $ 12 a $ 29,50, a seconda delle dimensioni e se inclusivi degli elementi necessari per stencil scritti a mano, a macchina, o di entrambi i tipi di stampa.